Il consorzio ZAILog

Al Quadrante Europa sinergia Consorzio ZAI e Alis.

Il centro intermodale di Verona rappresenta l'eccellenza in campo nazionale. Analizzato il ruolo dei porti, degli interporti e dell'autotrasporto.

 

Agevolare lo sviluppo di progettualità condivise tra le imprese di autotrasporto associare, i porti e gli interporti. E porre l'attenzione di tutti gli operatori sul vantaggio dell'uso dell'intermodalità quale soluzione logistica. Questi gli obiettivi primari di Alis - Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile che sono stati ribaditi durante il convegno "Logistica sostenibile. Il ruolo dei porti e degli interporti", all'Interporto Quadrante Europa. All'appuntamento era presenti tra gli altri il presidente del Consorzio ZAI Matteo Gasparato, il presidente di Alis, Guido Grimaldi, Zeno D'Agostino presidente Autorità di sistema portuale Adriatico Orientale, Pino Musolino presidente di Adriatico Settentrionale, Angela Bergantino, presidente di Siet, la società italiana Economia dei Trasporti e della Logistica, il direttore di Alis Marcello Di Caterina e l'assessore regionale Elisa De Berti. "Desideriamo promuovere concretamente i traffici intermodali, anche nella logica dei 'fast corridor', favorendo l'integrazione e la standardizzazione delle tecnologie", ha detto, Guido Grimaldi, "in questo modo si potranno fornire alle imprese del territorio servizi e strutture più competitive, aumentando considerevolmente le opportunità occupazionali". La scelta dell'Interporto di Verona quale sede della conferenza ha un importante significato. In primo luogo strutture come questa rappresentano l'eccellenza dei centri intermodali nazionali; indicativa è poi la recente adesione del Consorzio ZAI ad Alis, con la quale condivide la convinzione che per il settore sia necessaria la collaborazione tra porti, interporti e gli altri stakeholders del sistema.

Fonte: la cronaca di verona. data 04/05/2016

Il flusso tra le due aree favorito da fattori economici e logistica.

Lo sbarco del colosso dei supermercati Aldi, il centro commerciale Adigeo inaugurato a fine marzo e la firma sul progetto vincitore del bando indetto per la copertura dell'Arena sono gli ultimi segnali del rapporto privilegiato fra Verona e le imprese tedesche. "Un legame storico - sottolinea il presidente degli industriali scaligeri Michele Bauli - che ha molto a che vedere con la nostra posizione: all'incrocio di due grandi corridoi europei, e con un lago che è il primo punto di ristoro per un tedesco che arriva in Italia: non a caso la Germania è il primo mercato per presenze turistiche". E' anche capitato che imprenditori capitati in zona per turismo abbiano deciso prima di comprare casa e poi di insediare qui la sede dei propri affari. Fra le aziende tedesche a Verona ci sono Berner (commercio di minuteria metallica e Lidl (Gdo), Loewe italiana (elettrodomestici ed elettronica di consumo) e Meggle (alimentari derivati dal latte), Nagel (trasporti) e Stulz (attrezzature per refrigerazione e ventilazione). I dati dicono che Verona è la seconda provincia in Italia per interscambio con la Germania e il mercato tedesco è per il veronese il primo mercato sia import che per export. Le importazioni hanno rappresentato nel 2016 il 40% del totale mentre le esportazioni il 16,3 per cento. Un rapporto privilegiato che ha come punto di forza la logistica: Verona è il primo Interporto europeo, nella sesta provincia italiana per scambio manifatturiero, e qui un corso di studi specifico - l'Istituto tecnico superiore Last, corso biennale di specializzazione post diploma nell'ambito della logistica, nato dalla richiesta delle aziende del settore di trovare personale qualificato - garantisce una occupazione al 95% dei diplomati. Fra le aziende che collaborano al progetto formativo e organizzano stage figurano Volkswagen Italia e Schenker. La posizione privilegiata - potenziata da infrastrutture e collegamenti quali aeroporto, autostrade e ferrovia, ai quali si aggiunge una fiera che è il primo organizzatore diretto di manifestazioni in Italia e secondo per fatturato - spiega anche l'alta presenza di multinazionali che hanno scelto di insediarsi qui. "Molte nostre aziende svolgono attività sinergiche con realtà tedesche, ad esempio per i prodotti di automobili della Baviera, che acquistano parti meccaniche di precisione e tecnologia", sottolinea Bauli. Ma il primato della produzione veronese esportata in Germania spetta all'alimentare, seguito da macchinari e apparecchiature, bevande e prodotti agricoli.

 

Fonte: Il Sole 24 Ore Barbara Ganz 27/04/2017

Il Consorzio ZAILOG ricerca un profilo junior da impiegarsi per attività di ricerca e junior project management in ambito trasporto, logistica e mobilità, in particolare nell’ambito del supporto al project management di progetti finanziati dalla UE e dell’analisi funzionale alla realizzazione di attività consulenziale a mercato.
In particolare le attività da svolgere saranno le seguenti:
• Sviluppo attività di ricerca, studio ed analisi quali-quantitativa con focus sui temi del trasporto, della logistica e della mobilità.
• Supporto alle attività di reporting nell’ambito dei progetti EU, anche in raccordo al reporting amministrativo-finanziario.
• Supporto alla realizzazione di elaborati di progetto.
• Gestione delle relazioni in lingua inglese ed italiano con i partner dei progetti e con soggetti esterni.
Si richiede:
• Laurea Specialistica del nuovo ordinamento o Diploma di Laurea (vecchio ordinamento) di indirizzo economico, internazionale, ingegneristico o giuridico;
• Buona conoscenza scritta e parlata della lingua inglese.
• Capacità relazionali e gestionali.
• Ottima conoscenza pacchetto Office (Excel, Word e Powerpoint)
• Predisposizione al lavoro di gruppo.
• Forte flessibilità e orientamento al risultato.
• Disponibilità a viaggi in Italia e all'estero
Costituiranno titoli preferenziali:
• Esperienze di lavoro precedenti su tematiche di trasporti e logistica.
• Conseguimento di Diplomi di Specializzazione, Master o altri corsi su tematiche di trasporti e logistica.
• Conoscenza lingua tedesca.
Si richiede disponibilità immediata.
Sede di lavoro: Verona.
I candidati dovranno inviare all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., inserendo nell’oggetto dell’e-mail
“candidatura junior ZAILOG 042017” entro il 27/04/2017 alle ore 12.00:
• CV in formato europeo;
• Copia di un documento d’identità valido
• Domanda di partecipazione in carta semplice allegata alla presente (vedi sezione Lavora con Noi).


Il Responsabile del trattamento è il direttore di Consorzio ZAILOG , Dott. Alberto Milotti

Promosso dal Consorzio ZAI - Interporto Quadrante Europa e da Lugo Terminal, si è svolto al "Quadrante Europa", alla presenza di un vasto pubblico di operatori e professionisti del settore, il convegno dal titolo "Opportunità di sviluppo del traffico intermodale lungo l'asse Adriatico". Durante questo convegno, Rete Ferroviaria Italiana e il Brenner Corridor Platform (Bcp) hanno evidenziato lo stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali sull'asse Adriatico e sul Brennero, che permetteranno di aumentare la capacità della linea, aumentare la lunghezza dei treni fino a 750 metri e potenziare la linea al profilo PC400. Nicola Boaretti, direttore del Consorzio Zai - Interporto Quadrante Europa, ha evidenziato le eccellenze della struttura veronese riconosciuta come primo terminal in Italia per volumi di traffico combinato e il miglior interporto a livello europeo, sottolineando gli interventi infrastrutturali pianificati per rispondere alla crescente domanda di trasporto ferroviario. Lugo Terminal spa, azienda di logistica che gestisce due piattaforme, quella di Lugo (Ravenna) e quella di Giovinazzo (Bari),  e favorisce e promuove collegamenti ferroviari verso i principali poli economici nazionali e continentali, ha presentato la prima relazione intermodale che collega Verona con la Puglia, offrendo la possibilità, collegandosi con il network di Verona Quadrante Europa, di raggiungere i principali centri industriali e i grandi porti europei. Come sottolineato dal presidente di Verona Mercato, Gianni Dalla Bernardina,  e dal direttore generale, Paolo Merci, la Puglia rappresenta la terza regione italiana per volume movimentato dagli operatori di Verona Mercato, a sostegno della grande potenzialità del collegamento tra Verona e la Puglia. Ha moderato gli interventi il senatore Gianni Fontana, che è stato uno dei padri fondatori di Interporto Quadrante Europa.

 

Fonte: Il messaggero marittimo data 29/03/17