ZAILog SCARL

 

Il Progetto

Il progetto "FEDeRATED" è guidato dalla Ministerie van Infrastructuur en Waterstaat (Paesi Bassi). È cofinanziato dal programma CEF - Connecting Europe Facility.

 

Obiettivo del progetto

FEDeRATED è un'iniziativa guidata dagli Stati membri dell'UE per contribuire alla creazione di una rete federata di piattaforme per la condivisione dei dati nel settore del trasporto merci e della logistica a livello dell'UE (e oltre).

L'obiettivo principale è quello di favorire un maggiore coinvolgimento da parte di enti pubblici nella filiera della logistica.

Tra le varie parti interessate di una catena logistica (spedizionieri, operatori dei trasporti, Operatori navali, ecc.) Esiste già la condivisione dei dati. Ad esempio, Electronic Data Interchange (EDI) ha sostituito i documenti commerciali cartacei con messaggi elettronici. Le aziende stanno già condividendo i dati di prenotazione e ordine con i loro partner commerciali per ottimizzare la supervisione dei flussi di merci. Questa condivisione dei dati è già supportata da standard, piattaforme e soluzioni IT esistenti. Tuttavia, tutti questi sistemi e iniziative sono stati progettati e sviluppati in modo indipendente, quindi in modo non coordinato. Esistono ancora troppi accordi bilaterali, soluzioni proprietarie e piattaforme diverse che impediscono una soluzione di condivisione dei dati simile alla funzionalità di Internet, che alla fine porterebbe a una registrazione e connessione a una sola piattaforma.

Per questi motivi, DTLF ha concluso che un sistema interoperabile di condivisione dei dati basato su piattaforme e soluzioni interoperabili esistenti (o innovative) migliorerà la visibilità della catena di approvvigionamento e la capacità di raggruppamento e consentirà una pianificazione operativa sincronizzata per un ecosistema di trasporto reattivo, resiliente e multimodale. Allo stesso tempo, l'onere amministrativo sarà ridotto e le autorità controlleranno meglio il trasporto pericoloso e illegale.

Infine, tale sistema migliorerà i flussi di traffico di tutti i modi di trasporto, contribuendo così a una maggiore sostenibilità, protezione e protezione.

In termini pratici, l'azione progetterà e convaliderà un concetto di rete federata di piattaforme per consentire la condivisione dei dati nella filiera logistica, fornendo al contempo l'interoperabilità e l'armonizzazione tra le singole piattaforme. Questo concetto consentirà:

 

  • Una regolare interazione tra i diversi operatori della filiera logistica e le pubbliche amministrazioni coinvolte;
  • L'ottimizzazione dell'uso delle filiere di approvvigionamento per le imprese;
  • Una pianificazione dinamica per consentire vari modi di collaborazione e ottimizzare l'utilizzo della capacità;
  • Riconoscere i sistemi (parziali) esistenti;
  • Razionalizzare il trasporto multimodale;
  • Ridurre o eliminare i costi derivanti dalla mancanza di interoperabilità.

 

Partner

Ministerie van Infrastructuur en Waterstaat (Regno dei Paesi Bassi) (Paesi Bassi), Trafikverket - Myndigheten under Regeringen (Agenzia governativa) (TrV) (Svezia), Agenzia finlandese per i trasporti e le comunicazioni (Traficom) (Finlandia), Ministerio de Fomento (MdF) ( Spagna), Organismo Publico Puertos del Estado (EPPE) (Spagna), Administrador de Infraestructuras Ferroviarias (ADIF) (Spagna), Codognotto Italia SpA (COD) (Italia), GRIMALDI EUROMED SpA (EUROMED) (Italia), Terminal San Giorgio Srl (TSG) (Italia), ZAILOG scarl (ZAILOG) (Italia), Amministrazione marittima svedese (SJOFARTSVERKET) (SMA) (Svezia), IATA Espana S.L. Sociedad Unipersona (IATA) (Spagna), 51 Biz Luxembourg Sari (51 Biz.lu) (Lussemburgo), VEDIAF! OY (VEDIAFI) (Finlandia), Oyj Ahola Transport Abp (Ahola) (Finlandia).

 

Durata

60 mesi - da gennaio 2019 a dicembre 2023

 

ENGLISH VERSION

 

The Project

The project “FEDeRATED” is led by the Ministerie van Infrastructuur en Waterstaat (Netherlands). It is co-financed by the programme CEF - Connecting Europe Facility.

 

Project Objective

FEDeRATED is an EU Member States driven initiative to contribute to the establishment of a viable federated network of platforms for data sharing in the freight transport and logistics domain at EU level (and beyond). The main objective is to enable a smooth and effective public involvement with logistics chains for the execution of public duties.

Among the various stakeholders of a logistics chain (shippers, forwarders, transport operators, stevedore, etc.) data sharing already exists. For instance, Electronic Data Interchange (EDI) has replaced paper-based business documents with electronic messages. Enterprises are also already sharing booking and order data with their business partners to optimise their supervision of cargo flows. This data sharing is already supported by existing standards, platforms and IT solutions. However, all these systems and initiatives have been designed and developed independently so in an uncoordinated manner. There are still too many bilateral agreements, proprietary solutions, and different platforms preventing a data sharing solution similar to the Internet functionality, which would ultimately lead to one registration and connection to only one platform.

For these reasons, DTLF concluded that an interoperable data sharing system based on existing (or innovative new) interoperable platforms and solutions will enhance the supply chain visibility and the bundling capacity, and will enable synchronised operation planning for a responsive, resilient and multimodal transport ecosystem. At the same time, the administrative burden will be reduced, and authorities will better monitor dangerous and illegal transport. Finally, such system will improve traffic flows of all transport modes, thus contributing to more sustainability, safety and security.

 

In practical terms, the Action will design and validate a federated network of platforms concept to enable data sharing in the logistics chain while providing interoperability and harmonisation between individual platforms. This concept will allow:

  • a smooth interaction among the different logistics chain operators and public administrations involved;
  • the optimization the use of supply chains for enterprises;
  • a dynamic planning to enable various ways of collaboration and optimize capacity utilization;
  • to recognize the existing (partial) systems;
  • to streamline multimodal transport;
  • to decrease or remove costs derived from lack of interoperability.

 

Partners

Ministerie van Infrastructuur en Waterstaat (Kingdom of The Netherlands) (Netherlands), Trafikverket - Myndigheten under Regeringen (Government Agency) (TrV) (Sweden), Finnish Transport and Communication Agency (Traficom) (Finland), Ministerio de Fomento (MdF) (Spain), Organismo Publico Puertos del Estado (EPPE) (Spain), Administrador de Infraestructuras Ferroviarias (ADIF) (Spain), Codognotto Italia S.p.A. (COD) (Italy), GRIMALDI EUROMED S.p.A. (EUROMED) (Italy), Terminal San Giorgio S.r.l. (TSG) (Italy), ZAILOG scarl (ZAILOG) (Italy), Swedish Maritime Administration (SJOFARTSVERKET) (SMA) (Sweden), IATA Espana S.L. Sociedad Unipersona (IATA) (Spain), 51 Biz Luxembourg Sari (51 Biz.lu) (Luxembourg), VEDIAF! OY (VEDIAFI) (Finland), Oyj Ahola Transport Abp (Ahola) (Finland)

 

Duration

60 months – from January 2019, until December 2023

 

 

Il Progetto

Il progetto "NEWBRAIN” mira a rafforzare la capacità del trasporto integrato, dei servizi di mobilità e di multi-modalità nell'area Adriatico-Ionica" ed è cofinanziato dal programma Interreg Adrion. Il progetto è guidato dall'Autorità portuale dell'Adriatico centrale.

 

Obiettivo del progetto

Il progetto NEWBRAIN mira a rafforzare la rilevanza del sistema dei nodi centrali adriatico-ionico per l'integrazione economica e sociale dell'area interessata dal programma, nel quadro della politica europea dei trasporti e della rete TEN-T, come porte chiavi che collegano l'Europa centrale ed occidentale con il sud -Est Europa ed i paesi del Mediterraneo.

Il progetto affronta varie lacune infrastrutturali, tecnologiche, procedurali ed organizzative rilevate a livello locale, che incidono sulla scorrevolezza del sistema di trasporto regionale, adottando un approccio comune e transnazionale volto a stimolare lo sviluppo coordinato di infrastrutture fisiche e non fisiche ed a migliorare la capacità di avviare investimenti fattibili per il loro sviluppo.

Questi risultati sono raggiunti attraverso l'istituzione della rete intermodale e logistica adriatica ionica come quadro di cooperazione stabile e sostenibile per la realizzazione di un'infrastruttura di trasporto efficiente e innovativa, e di un sistema di trasporto ecologico a basse emissioni di carbonio, adottato nella strategia transnazionale NEWBRAIN e che tutti i partner dovranno adottare. L'elaborazione di piani d'azione in ciascun nodo consente la definizione di azioni prioritarie in termini di prontezza tecnica e finanziaria. Inoltre, supporta gli studi preparatori e tecnici necessari da applicare ai principali programmi finanziari europei (ad esempio CEF, FEIS, ...) attraverso le iniziative di cooperazione transnazionale il cui scopo finale è l’implementazione concreta della rete di trasporto dell'UE.

 

Partner

Porti Adriatico Centrale (Italia); Autorità della Fondazione Institute for Transport and Logistics (Italia); Autorità Portuale del Mare Adriatico Meridionale (Italia); Igoumenitsa Port Authority S.A. (Grecia); Cluster di trasporto intermodale (Croazia); Port of Bar Holding company (Serbia); ZAILOG Scarl (Italia); Autorità Portuale del Mare Adriatico settentrionale (Italia); Piraeus Chamber Of Small And Medium Sized Industries (Grecia).

 

Durata

28 mesi - da dicembre 2017 a marzo 2020

 

Sito Web di Progetto:  https://newbrain.adrioninterreg.eu/

 

ENGLISH VERSION

 

The project

The project “NEWBRAIN – Enhance capacity for integrated transport and mobility services and multimodality in the Adriatic-Ionian area”, led by the Central Adriatic Ports Authority, is co-financed by the programme Interreg Adrion.

 

Project Objective

NEWBRAIN project aims at boosting the relevance of the Adriatic-Ionian core nodes system for the economic and social integration of the programme area, in the framework of the European transport policy and TEN-T network as key gates connecting Central and Western Europe with the South-East Europe and Mediterranean countries.

The project addresses various infrastructural gaps and technological, procedural and organisational bottlenecks detected at local level and impacting on the smoothness of the regional transport system, by adopting a joint and transnational approach aimed at stimulating the coordinated development of physical and non-physical infrastructure and to enhance the capacity to launch feasible investments.

These results are achieved through the setting up of the Adriatic Ionian intermodal and logistic Network as stable and sustainable cooperation framework for the achievement of innovative efficient transport infrastructure and environmental friendly and low carbon transport system, agreed in the NEWBRAIN transnational strategy to be adopted by all partners. The elaboration of Action Plans in each node allows the definition of priority actions in terms of technical and financial readiness and supports the preparatory and technical studies needed to apply to main European financial programmes (e.g. CEF, EFSI, ..) through the transnational cooperation initiatives whose final scope is the concrete implementation of the EU transport network.

 

Partners

Central Adriatic Ports (Italy); Institute for Transport and Logistics Foundation Authority (Italy); Southern Adriatic Sea Port Authority (Italy); Igoumenitsa Port Authority S.A. (Greece); Intermodal Transport Cluster (Croatia); Port of Bar Holding company (Serbia); ZAILOG scarl (Italy); North Adriatic Sea Port Authority (Italy); Piraeus Chamber Of Small And Medium Sized Industries (Greece). 

 

Duration

24 months – from December 2017, until November 2019

 

Visit Project website:  https://newbrain.adrioninterreg.eu/

 

 

 

 

Il Progetto

Il progetto "COMODALCE - Rafforzamento del coordinamento sul trasporto merci multimodale in Europa" è cofinanziato dal programma Interreg Central Europe. Il progetto è guidato dall'Autorità di rete portuale del Mare Adriatico orientale.

 

Obiettivo del progetto

Il settore del trasporto merci in Europa centrale è ancora caratterizzato da tre sfide principali che ne ostacolano la competitività. La prima si focalizza sul livello squilibrato di sviluppo infrastrutturale hard e soft, sia in termini di colli di bottiglia dell'ultimo miglio, che di collegamenti mancanti tra le reti principali. Inoltre, vi è una frammentazione del quadro istituzionale tra porti / nodi logistici intermodali e istituzioni pubbliche, e una comunicazione e un coordinamento insufficienti tra gli operatori del trasporto merci e i nodi logistici, in particolare nell'interfaccia porto-interporto.

COMODALCE mira a migliorare il coordinamento e la competitività del settore transnazionale dei trasporti multimodali attraverso soluzioni ICT innovative.

All'interno di COMODALCE, i partner elaboreranno una valutazione dei bisogni territoriali di ciascuna regione coinvolta ed un’analisi della situazione, presente e futura, al fine di testare questi risultati attraverso azioni pilota concrete. Sfruttando le nuove tecnologie e lo scambio di dati tra diversi attori, il trasporto merci su rotaia diventerà più efficiente, facilitando il trasferimento modale dalla strada alla ferrovia, con effetti positivi in termini di inquinamento ed emissioni.

 

Partner

Autorità di rete portuale del Mare Adriatico orientale (Italia); ZAILOG scarl (Italia); Autorità Portuale del Mar Ligure Orientale (Italia); Porto di Rostock (Germania); Luka Koper, sistema portuale e logistico, società per azioni (Slovenia); Adria Kombi d.o.o., compagnia nazionale di trasporto combinato (Slovenia); Port of Gdynia Authority S.A. (Polonia); BCT - Baltic Container Terminal, Ltd. (Polonia);National Association of Radio Distress-signalling and Infocommunications (Ungheria); Mahart Container Center Ltd. (Ungheria).

 

Durata

36 mesi - da aprile 2019, fino a marzo 2022

 

Sito web del progetto:  www.interreg-central.eu/Content.Node/COMODALCE.html  

 

ENGLISH VERSION

 

The project

The project “COMODALCE – Enhancing COordination on multiMODAL freight transport in CE”, led by the Port Network Authority of the Eastern Adriatic Sea, is co-financed by the programme Interreg Central Europe.

 

Project Objective

The freight transport sector in Central Europe is still characterized by three main challenges hampering its competitiveness. An imbalanced level of hard and soft infrastructural development, both in terms of last mile bottlenecks and missing links among the main networks. A fragmentation of the institutional framework between ports/intermodal logistic nodes and public institutions and an insufficient communication and coordination between freight operators and the logistic nodes, especially in the port-inland interface.

COMODALCE aims at improving coordination and competitiveness of the transnational multimodal transport sector through the innovative ICT solutions.

Within COMODALCE, partners will elaborate territorial needs assessment of each region involved and analyses of the present and future situation in order to test these outputs through concrete pilot actions. Exploiting new technologies and data exchange between different actors, the rail freight transport will become more efficient, facilitating the modal shift from road to rail, with positive effects in terms of pollution and emissions.  

 

Partners

Port Network Authority of the Eastern Adriatic Sea (Italy); ZAILOG scarl (Italy); Port Authority of the Eastern Ligurian Sea (Italy); Rostock Port (Germany); Luka Koper, port and logistic system, public limited company (Slovenia); Adria Kombi d.o.o., National combined transport company (Slovenia); Port of Gdynia Authority S.A. (Poland); BCT – Baltic Container Terminal, Ltd. (Poland); National Association of Radio Distress-signalling and Infocommunications (Hungary); Mahart Container Center Ltd. (Hungary).

 

Duration

36 months – from April 2019, until March 2022

 

Visit Project website:  www.interreg-central.eu/Content.Node/COMODALCE.html  

 

 

 

 

Il Progetto

Il progetto "LOGISTAR – Avanzate tecniche di gestione dei dati per la pianificazione e la programmazione della logistica in tempo reale", guidato dall'Universidad De La Iglesia De Deusto Entidad Religiosa, è cofinanziato dal programma Horizon 2020.

 

Obiettivo del progetto

L'UE deve affrontare la sfida di mantenere ed aumentare la propria crescita economica e far fronte al problema dell'efficienza del trasporto merci in Europa. Sono necessari l’integrazione dei volumi e delle modalità di trasporto, il migliore utilizzo della capacità, flessibilità, efficienza delle risorse e la cooperazione tra tutti gli attori della catena logistica.

Allineato con le politiche europee e con la roadmap di “ALICE”, l'obiettivo di LOGISTAR è consentire un'efficace pianificazione e ottimizzazione delle operazioni di trasporto nella catena di approvvigionamento sfruttando la collaborazione orizzontale della catena, basandosi sui dati in tempo reale raccolti dall'ambiente interconnesso. A tal fine, saranno sviluppati uno strumento decisionale e di visualizzazione in tempo reale del trasporto merci, allo scopo di fornire informazioni e servizi ai vari agenti coinvolti nella catena logistica, ovvero gli operatori del trasporto merci, ai loro clienti, alle industrie e alle altre parti interessate come i gestori di magazzini o infrastrutture.

LOGISTAR sarà focalizzato su diversi miglioramenti partendo dallo stato dell'arte nel campo interdisciplinare degli algoritmi intelligenti per l'elaborazione dei dati. Queste migliorie sono: l'intelligenza artificiale focalizzata sulla predizione, la metaeuristica ibrida parallela per l'ottimizzazione, le tecniche di negoziazione automatizzata e le tecniche di risoluzione dei problemi di soddisfazione dei vincoli. La piattaforma risultante produrrà altri prodotti e servizi orientati verso il mercato come sistemi di scambio merci, piattaforme collaborative, torri di controllo del trasporto o sistemi di routing.

 

Partners

Deusto (Spagna), University College Cork – UCC (Irlanda), CSIC (Spagna), DNET (Serbia), SWC (Austria), Preston (United Kingdom), MDST (United Kingdom), SAG (Germany), DBH (Germany), Genegis (Italy), Ahlers (Belgio), Zailog (Italy), Nestle (United Kingdom), Pladis (United Kingdom), Codognotto (Italy).

 

Durata

36 mesi - da giugno 2018, fino a maggio 2021

 

Sito web di progetto:  http://logistar-project.eu/

 

ENGLISH VERSION

 

The Project

The project “LOGISTAR – Enhanced data management techniques for real time logistics planning and scheduling”, led by the Universidad De La Iglesia De Deusto Entidad Religiosa, is co-financed by the programme Horizon 2020.

 

Project Objective

The EU faces the challenge to maintain and increase its economic growth and cope with the problem of freight transport efficiency in Europe. Integration of transport volumes and modes, better use of capacity, flexibility, resource efficiency and cooperation between all actors along the logistic chain are required.

Aligned with the European policies and the ALICE roadmap, LOGISTAR objective is to allow effective planning and optimizing of transport operations in the supply chain by taking advantage of horizontal collaboration, relying on the increasingly real-time data gathered from the interconnected environment. For this, a real-time decision making tool and a real-time visualization tool of freight transport will be developed, with the purpose of delivering information and services to the various agents involved in the logistic supply chain, i.e. freight transport operators, their clients, industries and other stakeholders such as warehouse or infrastructure managers.

LOGISTAR will address several advances beyond the State of the Art in the interdisciplinary field of the smart algorithms for data processing: Artificial Intelligence focussed on prediction, parallel hybrid metaheuristics for optimization, automated negotiation techniques, and constraint satisfaction problem solving techniques. The resulting platform will outperform other market products and services such as Freight Exchange Systems, Collaborative Platforms, Transport Control Towers or Routing Systems.

 

Partners

Deusto (Spain), University College Cork – UCC (Ireland), CSIC (Spain), DNET (Serbia), SWC (Austria), Preston (United Kingdom), MDST (United Kingdom), SAG (Germany), DBH (Germany), Genegis (Italy), Ahlers (Belgium), Zailog (Italy), Nestle (United Kingdom), Pladis (United Kingdom), Codognotto (Italy).

 

Duration

36 months – from June 2018, until May 2021

 

Visit Project website:  http://logistar-project.eu/

 

Il Progetto

Il progetto " TALKNET – Transport and Logistics Stakeholders Network ", guidato dall'Autorità portuale del Mare Adriatico settentrionale, è cofinanziato dal programma INTERREG CENTRAL EUROPE.

 

Obiettivo del progetto

Lo sviluppo di meccanismi armonizzati di cooperazione tra le parti interessate del trasporto merci è essenziale per rafforzare il trasporto multimodale, necessario per il rispetto dell'ambiente nelle regioni europee. TalkNET si concentra sul miglioramento del coordinamento degli Stakeholder per favorire l'integrazione tra Porti / Interporti ed operatori dei trasporti, e rendere i nodi logistici multimodali più efficienti e sostenibili. L'obiettivo principale è l'integrazione tra porti, terminal terrestri ed operatori dei trasporti, la gestione efficiente dei terminal e delle connessioni dell'ultimo miglio per migliorare le soluzioni di trasporto merci multimodale.

I principali cambiamenti previsti sono: l'istituzione di un coordinamento transnazionale tra gli Stakehoders del trasporto merci, l'effettiva integrazione tra terminali portuali / interporti e operatori dei trasporti, nonchè il miglioramento e l'ottimizzazione dei collegamenti dei nodi logistici multimodali.

Il valore aggiunto transnazionale del progetto viene rafforzato attraverso una dimensione di clusters tematici transnazionali collegati a due macro argomenti: efficienza e connessioni dei nodi multimodali e soluzioni di innovazione eco-sostenibili, che riuniscono i principali porti, interporti ed attori logistici. Il progetto avvantaggia positivamente la competitività del trasporto merci e supporta gli attori pubblici nel processo decisionale.

Questi risultati sono raggiunti attraverso lo sviluppo e l'implementazione di strumenti di conoscenza comuni, azioni pilota e corsi di formazione per sostenere gli investimenti sull'efficienza nella gestione dei terminali, nuovi servizi intermodali, connessioni dell'ultimo miglio e sulla diffusione di combustibili alternativi e soluzioni di efficienza energetica.

L'approccio è innovativo perché si concentra sull'ottimizzazione delle infrastrutture esistenti (non pianificandone di nuove) e sullo sviluppo di soluzioni comuni in stretto coordinamento con gli Stakeholder nell’ambito dei trasporti. È stato definito un ciclo di apprendimento a partire dalla definizione di cinque strumenti di conoscenza che vengono migliorati alla fine del progetto attraverso l'esperienza acquisita.

 

Partners

Autorità portuale del Mare Adriatico settentrionale (Italia), Autorità portuale della rete portuale del Mare Adriatico orientale (Italia), Veneto Strade SpA (Italia), Zailog scarl (Italia), Luka Koper (Slovenia), Autorità portuale di Fiume (Rijeka), Rail Cargo Hungaria (Ungheria), Porto franco di Budapest (Ungheria), Porti pubblici, jsc (Bratislava), Regione di Westpomeranian (Polonia), Stettino e Swinoujscie Seaports Authority SA (Polonia), Agenzia di sviluppo regionale della regione di Ústí, PLC (Repubblica Ceca), Lokomotion (Germania), Camera di commercio italo-tedesca a Monaco (Germania), Codognotto Polonia (Polonia).

 

Durata

39 mesi - da giugno 2017 a agosto 2020

 

Visita il sito web del progetto:   http://www.interreg-central.eu/Content.Node/TalkNET.html

 

ENGLISH VERSION

 

The Project

The project “TALKNET – Transport and Logistics Stakeholders Network”, led by the North Adriatic Sea Port Authority, is co-financed by the programme INTERREG CENTRAL EUROPE.

 

Project Objective

The development of harmonized mechanisms of cooperation among freight transport stakeholders is essential to strengthen environmentally-friendly multimodal transport in CE regions. TalkNET focuses on the improvement of the coordination of stakeholders to foster the integration between ports/inland terminals and transport operators and enhance efficient and sustainable multimodal logistics nodes. Main objective is the integration between ports, inland terminal and transport operators and the efficient management of terminals and last mile connections to enhance multimodal freight transport solutions.

Main changes expected are the establishment of transnational coordination stakeholders networks for freight transport, the effective integration among port/inland terminals and transport operators and the enhancement and optimization of multimodal logistics nodes management and connections.

The transnational added value of the project is enhanced through a transnational thematic clusters dimension linked to two macro topics - multimodal nodes efficiency and connections and ECO innovation solutions, bringing together main ports, inland te\rminals and logistics players. The project positively benefits the competitiveness of freight transport and support public actors in the decision making process. These results is achieved through the development and implementation of common knowledge tools, pilot actions and trainings to support investments on terminal management efficiency, new intermodal services, last mile connections and on the deployment of alternative fuels and energy efficiency solutions. Approach is innovative because it is focused on the optimization of existing infrastructures (not planning new ones) and in the development of common solutions in strong coordination with transport stakeholders. A learning loop has been defined starting from the definition of five knowledge tools that are improved at the end of the project through the experience acquired.

 

Partners

North Adriatic Sea Port Authority (Italy), Port Network Authority of the Eastern Adriatic Sea (Italy), Veneto Strade S.p.A. (Italy), Zailog scarl (Italy), Luka Koper (Slovenia), Port of Rijeka Authority (Rijeka), Rail Cargo Hungaria (Hungary), Freeport of Budapest (Hungary), Public ports, jsc (Bratislava), Westpomeranian Region (Poland), Szczecin and Swinoujscie Seaports Authority S.A. (Poland), Regional Development Agency of Ústí Region, PLC (Czech Republic), Lokomotion (Germany), Italian-German Chamber of Commerce in Munich (Germany), Codognotto Poland (Poland).

 

Duration

36 months – from June 2017, until May 2020

 

Visit Project website:   http://www.interreg-central.eu/Content.Node/TalkNET.html